Etichette in bobina: tutto quello che c’è da sapere

Le etichette adesive in bobina possono essere personalizzate, non solo ideali come etichette chiudi pacco, sigilli di garanzia, etichette per bomboniere, per bottiglie,per bar e pasticcerie, per farmacie, per panetterie e gelaterie e molto altro, ma un mezzo pubblicitario e di comunicazione essenziale ai fini della vendita. Le etichette in bobina possono essere stampate a caldo e flessografica e sono adatte sia per applicazioni manuali, che mediante apposite macchine etichettatrici.

Etichette in bobina con stampa a caldo

Le etichette in bobina con stampa a caldo, si caratterizzano per i colori brillanti, e per il basso costo, in quanto viene utilizzato un solo colore.

Etichette in bobina con stampa flessografic

La maggior parte delle etichette in bobina vengono realizzate con la stampa flessografica, che utilizza lastre realizzate in fotopolimero digitale o gomma ed inchiostri ad acqua, a solvente o UV.  

Un prodotto di qualità necessita di una etichetta in bobina di altrettanta qualità.

Le etichette in bobina permettono di personalizzare ampiamente i propri prodotti, rendendoli unici ed accattivanti. Sono un’occasione di visibilità in grado di accrescere la popolarità dell’azienda. Sono disponibili diverse tipologie di etichette in bobina: rotonde, rettangolari, quadrate, in varie dimensioni e personalizzate con le misure richieste per ogni necessità scegliendo tra le diverse tipologie di carte: carte adesive, lavorazioni a stampa speculare, la stampa del bianco coprente o selettivo e il taglio sagomato o squadrato. Inoltre, grazie alle etichette in bobina personalizzate, si possono creare campagne promozionali di grande impatto.

Realizzare le etichette in bobina significa fornire al prodotto una propria identità e quando si ha la necessità di etichettare un certo numero di prodotti, la scelta della etichette in rotolo, è sicuramente quella che meglio semplifica l’utilità. Gli adesivi in rotolo sono adatti per apporre scritte e informazioni su merci, bottiglie e scatole. Con i loro loghi, dati di contatto, e note sul prodotto, le etichette in bobina sono ideali per una pubblicità economica dei marchi.

La scelta strategica delle etichette autoadesive in bobina o libere stampate su ogni tipologia di materiale cartaceo, come PE, PP, PET e PVC, in base alle richieste della clientela crea anche un certo feeling con il consumatore e con il cliente abituale, ma attrae anche nuovi clienti.

Per alcuni settori merceologici possono anche essere create e realizzate etichette su materiali antimuffa e antiumido, carte gommate e materiali plastici. Grazie alle moderne tecniche utilizzate, è possibile realizzare anche etichette in bobina sagomate o tagliate, anonime o stampate con più colori, con verniciatura UV, rilievo e plastificazione.

Oggi grazie alla flessibilità di lavorazione e all’utilizzo di macchinari di diversa tipologia, le etichette in bobina trovano utilizzo in ogni settore merceologico, da quello alimentare a quello cosmetico, da quello farmaceutico a quello enologico, fino a quello industriale. Le aziende realizzano anche etichette per CD e DVD, realizzate con superficie ruvida, liscia, opaca o argentata, sempre personalizzate ed in differenti misure. Oggi, per merito della possibilità di stampare internamente le etichette a colori personalizzate in qualsiasi momento, non esistono più preoccupazioni in merito alla disponibilità, alle interruzioni nella produzione, allo spreco di etichette, agli ordini non evasi o alle consegne in ritardo.

San Valentino: tempo di shopping e offerte

A San Valentino nulla deve essere scontato, a parte fiore e cioccolatini, sempre e comunque apprezzati, sempre più innamorati vanno alla ricerca del regalo originale in grado di stupire e di accendere il fuoco della passione. Ecco allora che San Valentino diventa tempo di shopping ed offerte, ma come decidere fra tante proposte? Online le idee non mancano, per tutti i gusti e per tutte le tasche, dai regali personalizzati come tazze, cuscini, foto, Fotoregali, appunto, che restano uno dei regali preferiti per l’occasione.
 Su Amazon, usando un codice sconto, trovate veramente di tutto senza spendere una follia.

Ma San Valentino è anche il momento dove fare shopping diventa anche divertente, perchè si va alla ricerca del capo trendy, in grado di accendere fantasie e passione, e tra qualche timido imbarazzo e qualche indecisione, spesso in merito alla taglia, quando sono gli uomini a dover fare acquisti, possiamo dire che l’indumento intimo, rigorosamente rosso o nero, resta un regalo intramontabile.
Chi se lo può permettere, non solo per una questione di prezzo, ma chi può staccare dal lavoro e dagli impegni per qualche giorno o per il week end, sceglie sicuramente il viaggio romantico, e le proposte sono numerose e molto accattivanti, dai viaggi in Italia, ai viaggi all’estero, passando per le mete romantiche come Parigi, alle prenotazioni negli hotel spa che organizzano pacchetti per le coppie davvero molto allettanti, inclusi massaggi, aromaterapia, trattamenti benessere e bellezza, sauna, o addirittura è possibile prenotare nelle suite con mini piscina in camera, dove non mancano tappeti di petali di rosa, champagne e cene romantiche a fiume di candela.

San Valentino: cosa vogliono le donne?

Le donne amano i viaggi, le mete romantiche, diciamo che le donne “non lo dicono ma se lo aspettano”, e deludere le aspettative a San Valentino è altamente sconsigliato, perchè le conseguenze si possono pagare a caro prezzo per tutto l’anno! Anche i fiori non dovrebbero mai mancare a San Valentino, così come i prodotti di bellezza, ovviamente quelli che piacciono a lei, e qui bisogno conoscere bene i gusti, altrimenti può scaturire la collera. Siamo così andati alla ricerca dei regali più originali e sorprendenti per lei, quelli in grado di farla restare davvero senza parole e di seguito proponiamo una serie di idee regalo per San Valentino davvero in grado di far battere il cuore: massaggio al cioccolato, un vero e proprio viaggio in grado di stravolgere i sensi…
fotostoria d’amore, un book fotografico con le immagini più belle della coppia;
una cena in tram o cena con delitto, più facile da prenotare nelle grandi città.

San Valentino: cosa vogliono gli uomini?

Le donne hanno sicuramente più fantasia, quando si tratta di cercare il regalo giusto da donare a San Valentino al proprio partner, anche se alcune donne regalano ciò che piace a loro e forse meno al partner, pensiamo ad esempio al classico peluche… Ed escludendo boxer e cioccolatini, esistono tante idee originali, come ad esempio un salto con il bungee jumping, un giro in Ferrari su pista oppure un lancio in tandem con il paracadute! E se amore è… che amore sia!

Rimappatura nuova Golf 7

Le nuove Golf 7, e tutte le altre vetture del gruppo VW, dotate delle centraline motore di ultima generazione, equipaggiate con le seguenti motorizzazioni, possono essere rimappate:

-2.0 tdi + 35 cv + 64 nm
-1.6 tdi + 35 cv + 61 nm
-1.8 tfsi + 35 cv + 65 nm
-1.4 tsi + 29 cv + 61 nm
-2.0 tfsi + 35 cv + 74 nm
-3.0 tdi + 41 cv + 82 nm

Le modifiche avvengono via presa OBD senza nessun problema di compatibilità con il filtro antiparticolato e dopo un ampio test delle modifiche prima dell’immissione in commercio.
Nel caso di uno step successivo di preparazione è possibile la rimozione dei problemi del filtro antiparticolato e l’eliminazione della valvola egr.

Rimappatura VW Golf v 1.9 TDI 105 cv

Su questa tipologia di vettura, l’intervento si concentra principalmente sulla rimappatura della centralina motore (Bosch EDC 16c39), ottenendo così un aumento di 33 cv e di 60nm di coppia rispetto all’originale. Questo risultato permette di avere una maggiore spinta in tutti i regimi e un abbassamento dei consumi ad andatura costante. La rimappatura di questa Volkswagen Golf assicura quindi ottime performance.

Come funziona la rimappatura della centralina?

Spesso la centralina è “compromessa” da restrizioni quali combustibili con specifiche diverse, estremi di temperatura e altitudine, le leggi sulle emissioni e sull’inquinamento molto restrittive e persino la possibilità che il veicolo non possa essere riparato in modo regolare o secondo le istruzioni che il produttore stesso consiglia. Di fatto, con la rimappatura della centralina si vanno a modificarei vari parametri all’interno della stessa per liberare il vero potenziale nascosto dal motore. Si tratta di un processo completamente sicuro che serve ad ottimizzare e a rendere più efficienti i parametri termodinamici senza che tutti questi compromessi vengano applicati alla programmazione.

Dopo la rimappatura a quanti cavalli arriva l’auto?

Questa è una delle domande più frequenti di chi intende rimappare la centralina dell’auto. In linea generale possiamo dire che, in caso di rimappatura su motori “stock” sovralimentati (gasolio o benzina), gli incrementi possono andare da un 15 a un 25% di guadagno sia in termini di coppia che di potenza a seconda di quello che vorrete ottenere.

Di quanto riescono a calare i consumi?

Con la rimappatura della centralina dell’auto, i consumi riescono a calare mediamente da un 10% a un 20%. Di solito, si esegue una rullata sul banco, prima e dopo. per vedere la differenza e quindi il risultato del “grafico”. Va però specificato che le differenze di carico, dinamica e comportamento, non sono ovviamente emulabili su un banco prova, ne dà un PC.

Benefici per i motori non sovralimentati

Il motore aspirato, può ancora beneficiare di un incremento di potenza e coppia che varia mediamente dal 7 al 15 % in più, grazie ad un’attenta riprogrammazione dei vari parametri del motore all’interno della mappa.
Quando si richiede solo il risparmio del carburante
Sono diversi i casi in cui i proprietari di auto sono solo interessati a risparmiare carburante, così occorre concentrarsi sul miglioramento della coppia ai bassi regimi, allargando la curva di erogazione. Questo farà sì che l’auto sarà più precisa sia per mantenere la velocità di crociera, sia a pieno carico per una guida più confortevole anche nelle marce alte a velocità più basse, richiedendo quindi anche un minor numero di cambi di marcia complessivi. Questi fattori adattati ad uno stile di guida atto a sfruttare al meglio la coppia ai bassi regimi, permetterà di ottenere un miglioramento nel consumo di carburante, dove sui motori turbo-diesel potrebbe arrivare fino al 15-20%.

Come fare lo Squat di cosce e glutei

Uno dei migliori esercizi per allenare cosce e glutei è lo squat. Si tratta di un movimento molto semplice che involontariamente eseguiamo ogni volta che ci sediamo e alziamo dalla sedia. Per eseguirlo al meglio, occorre possedere una buona mobilità articolare, cosa che spesso non è. Ecco perchè molto spesso viene considerato il principale responsabile di infortuni alle ginocchia e alla bassa schiena.

Per evitare di subire questi incidenti occorre adottare ognuno delle semplice precauzioni.

La tecnica corretta

A prescindere da chi siamo o cosa facciamo nell’ambito sportivo, è molto importante eseguire gli esercizi in totale sicurezza, al fine di evitare di farci male.
Con il bilanciere, è essenziale rispettare la corretta esecuzione, in caso contrario è bene affidarsi ad un personal trainer.

Squat: roba da donne!

Lato B solido? Con lo squat è possibile! Gli esercizi di rassodamento sono validi tutto l’anno e non solo quando arriva l’estate per la prova costume.

Se non siete amanti della palestra, o se volete conoscere un modo facile per tenervi allenate anche a casa, allora munitevi di un tappetino e dei pesi (pesetti).
L’esercizio per le gambe ed i glutei deve essere ovviamente abbinato ad una dieta sana ed equilibrata, e ad una vita regolare, senza alcool e fumo.
Di fatto, gli squat non sono l’ideale solo per gambe, glutei e polpacci ma contribuiscono a incrementare il tono della muscolatura di schiena e bacino, aiutano a migliorare la propria postura e rinforzano il sistema cardiocircolatorio e respiratorio.
Anche i muscoli addominali godono di questi esercizi.

Gli errori da evitare

  1. Non esagerare mai nell’allenamento;
  2. non utilizzare mai fin dall’inizio pesi troppo pesanti;
  3. 100 squat fatti a caso non saranno mai efficaci quanto 100 fatti come si deve.
  • I talloni si sollevano da terra;
  • La schiena è inarcata;
  • Le ginocchia vanno oltre le punte dei piedi.

La procedura corretta per gli squat: schiena dritta e “naturale”, ginocchia che non superino la punta dei piedi e talloni ben aderenti a terra!

Utilizzando un tappetino tappetino ci stendiamo a terra su un fianco e solleviamo la gamba dritta e contratta, cambiando poi lato. Oppure, ci possiamo mettere quattro zampe, solleviamo la gamba piegata a 90 gradi.

Lo squat, viene molto usato anche nel body building, in quanto rappresenta uno degli esercizi più conosciuti dai frequentatori di palestre. Squat è un termine inglese, letteralmente il verbo “to squat” significa accovacciarsi.

Squat con carichi

Quando l’obiettivo è quello di aumentare la massa muscolare delle cosce, può essere utile incrementare il lavoro utilizzando dei carichi:

  • squat con bilanciere: il movimento è lo stesso dello squat di base, solo viene utilizzato un bilanciere posizionato sulla schiena. Il carico deve essere adeguato alle proprie possibilità. In questo caso allenarsi in palestra diventa più semplice grazie all’ausilio del multipower che ci evita di commettere errori.
  • squat con pesi: il movimento è lo stesso dello squat di base,  solo viene utilizzato un bilanciere posizionato sulle spalle, sempre con l’utilizzo di pesi adeguati alle proprie caratteristiche di allenamento.

Borse in cotone, la moda del momento

Shopper EcoLe borse in cotone possono essere utilizzate per vari scopi, ad esempio, per veicolare il proprio marchio aziendale, oltre che per il trasporto di qualsiasi tipologia di merce, a partire dallo shopping più usuale, o ai prodotti fieristici ma anche per il cambio di biancheria da portare in palestra, ecc.

Le borse di cotone si possono personalizzare, in vari formati, con manici di diverse dimensioni. Grazie alla personalizzazione il marketing rimane impresso e legato al prodotto acquistato ed al brand dell’azienda.

Queste borse servono per mille e più usi, e tutti quanti ne possediamo almeno una.  Appartengono ad una specie vegetale (per il 99% sono realizzate in canvas di cotone) e durano anni. Convincono anzitutto perchè sono ecologiche, ottime sostitute dei sacchetti di plastica. Uno degli aspetti positivi è che non occupano spazio, le possiamo piegare e riporre nei sacchetti, nelle borse, negli zaini, le possiamo tenere in auto e all’occorrenza utilizzare per lo shopping, la spesa e per riporre oggetti di ogni tipo. Alcuni modelli sono davvero originali, moderne, trendy, soprattutto quando si ispirano a grafiche colorate o a messaggi positivi che ci aiutano ad affrontare al meglio la giornata. Si possono utilizzare ogni giorno anche a tracolla, per contenere anche oggetti indispensabili che non sapremmo dove mettere. Sono resistenti e realizzarle costa davvero poco, per questo sono un’ottima idea come gadget aziendale. Non bisogna limitare la propria fantasia quando si tratta di personalizzare la grafica. Le fashioniste le adorano ad ogni stagione trovano un modo nuovo di indossarle, alcune ci aggiungono spille colorate dando vita ad una personalissima moda subito copiata.
Alcune sono proprio da collezione: forse non è propriamente il caso delle aziende che le utilizzano per sponsorizzare il proprio brand ed i propri prodotti, ma nei museum-shop di tutto il mondo si trovano versioni loggate del museo, edizioni limitate con le opere delle mostre e versioni con grafiche introvabili di giovani artisti.

Si possono trasportare in valigia perchè sono ottime per i viaggi, quando si parte con una valigia e tra shopping e souvenir si ritorna dalle vacanze carichi di tutto.

Le borse di cotone non andrebbero mai gettate, quando vi stancate, le potete sempre portare ad un centro di raccolta di abiti usati, oppure si possono tingere, utilizzarle per riordinare in soffitta o in cantina, ecc.

Online le idee non mancano, come ad esempio realizzare le borse a fiore, per la spesa, ideali per il pubblico femminile, per un successo davvero sorprendente in grado di far apprezzare al meglio il proprio brand aziendale, soprattutto quando il target è femminile.

Di grande successo sono anche le borse in cotone Tantra, allegre, vivaci, positive, sono di yuta e sono una valida alternativa da offrire ai clienti. Si chiamano borse Tantra perchè rappresentano gli slogan indiani, raffigurano immagini di Bollywood o simili, e sono molto attraenti, soprattutto per tutte le persone, sempre in grande crescita che abbracciano questa filosofia di pensiero.

Cos’è l’ortodonzia invisibile?

invisible lingual bracesUn recente studio ha messo in luce “l’ortodonzia invisibile”, si tratta dell “l’invisalign”, ma di cosa si tratta? Di un apparecchio invisibile appunto, un metodo innovativo adottato dagli studi dentistici d’avanguardia per il trattamento ai danni ai pazienti. Il sistema invisaling, soddisfa anche quei pazienti che mai avrebbero immaginato e tantomeno accettato di indossare un’apparecchiatura ortodontica tradizionale.

Invisalign come funziona

Invisalign allinea i denti utilizzando aligner invisibili creati su misura in base alle caratteristiche dei denti di ogni singolo paziente. Gli apparecchi dentali trasparenti Invisalign possono essere rimossi in qualsiasi momento e permettono di mangiare qualunque cibo, non alterano in alcun modo la voce del paziente. Basta seguire una normale igiene orale. Gli apparecchi dentali fissi tradizionali invece possono essere rimossi solo da professionisti, presentano dei limiti sull’igiene orale e rendono meno libero nel mangiare.

Quando utilizzare Invisalign

Gli apparecchi invisibili Invisalign possono essere utilizzati nel caso di:

  • Morso crociato: le arcate superiore e inferiore sono disallineate e spesso avviene che uno o più denti superiori mordono nella parte interna dei denti inferiori nella parte anteriore e/o sui lati.
  • Morso inverso: i denti inferiori sporgono oltre i denti anteriori, a causa del sottosviluppo dell’arcata superiore o del sovrasviluppo dell’arcata inferiore.
  • Affollamento dentale: lo spazio disponibile nell’arcata non è sufficiente per far alloggiare tutti i denti,
  • Denti con spaziatura eccessiva: l’arcata dispone di spazio in eccesso,
  • Morso profondo: i denti superiori si sovrappongono in modo evidente sui denti inferiori.

Quali sono i vantaggi di chi utilizza Invisalign?

Trattandosi di una soluzione su misura realizzata per ogni singolo paziente, i vantaggi sono davvero molti:

  • essendo l’apparecchio invisibile, difficilmente qualcuno potrà accorgersi che lo si sta indossando;
  • l’apparecchio consente di lavarsi i denti normalmente con spazzolino e filo interdentale, in quanto è removibile oltre che invisibile;
  • si può anche anche togliere Invisalign per brevi periodi, per mangiare, bere e durante occasioni speciali;
  • prima di iniziare il trattamento ortodontico è possibile conoscere la durata e l’aspetto che i propri denti assumeranno alla fine della terapia.

Anche gli adolescenti possono utilizzare Invisalign?

Certamente, i più giovani ad esempio,  più giovani o con denti da adulto ancora non completamente e rotti, possono contare su un trattamento di ortodonzia invisibile concepito specificamente per gli adolescenti.
Per le bocche degli adolescenti, sono state aggiunte alcune funzioni speciali negli attacchi Invisalign, come gli indicatori di collaboratività, che da blu diventano trasparenti per aiutare a misurare il tempo di utilizzo e funzioni speciali per facilitare la crescita dei canini, dei secondi premolari e dei secondi molari.

Quanto costa Invisalign?

La visita senza impegno serve anche a stabilire il costo. In questo modo ogni paziente può ottenere un preventivo personalizzato in base alle proprie esigenze.  Il costo di un apparecchio invisibile per denti dipende dal tipo di casi con trattamento Invisalign e varia in base alla sua complessità, alla tipologia di apparecchiatura richiesta e alla durata della terapia. Possiamo però dire che in linea di massima, il costo di Invisalign è paragonabile al costo di un apparecchio denti fisso tradizionale, stimabile intorno a € 1500 per gli allineatori più semplici.

Soluzioni touch screen per prendere le comande ai tavoli

ristoranteAncora utilizzi dei foglietti per prendere le comande ai tavoli? Mai pensato ad una soluzione touch screen più sicura per una comanda perfetta senza margine di errore?

Ancora litighi con foglietti, con comande che si perdono e con calligrafie illegibili? Sai quanto tempo perdi ogni volta e quanto rischi di far innervosire i tuoi clienti con un servizio incompleto e non professionale?

Non ti piacerebbe forse essere veloce a prendere le comande, avere sempre tutti gli ordini giusti, smistare in modo automatico le comande che vanno al ristorante, oppure al bar, minimizzando i tempi d’attesa e gli errori.

Non ti piacerebbe non perdere mai nessuna comanda? Avere sempre il conto pronto in cassa? Avere così più tempo per seguire i clienti, scambiare quattro chiacchere con loro, intrattenere i clienti che hanno voglia di porre domande, ecc?

Forse è arrivato il momento di essere al passo con i tempi!

Sistema gestionale comande su misura

Per essere veramente al passo con i tempi ma soprattutto per dimostrare di essere organizzato e per avere miglioramenti nella tua attività di ristoratore, ciò che ti serve è siuramente un dispositivo palmare o tablet in grado di occuparsi della raccolta delle comande. Non solo si ottimizzano le risorse con notevole risparmio di tempo e personale ma è anche possibile servire molti più clienti in tempi brevi. Diminuiscono le dimenticanze da parte dei camerieri, aumenta la rotazione dei tavoli, aumentano gli incassi.

Le comande raccolte tramite palmari, vengono elaborate dal programma gestionale (punto cassa) e quindi stampate direttamente nel reparto di riferimento: la comanda delle bibite nella stampante del bar, la comanda delle pietanze nella stampante della cucina ecc.

Le ordinazioni risulteranno sempre molto chiare e facilmente leggibili.
Non solo, sarà anche possibile visualizzare in tempo reale di ogni aspetto dell’attività passando dagli ordini in corso ai tavoli in attesa, controllando i tempi di servizio, i piatti disponibili ecc., Si avrà anche la completa e totale gestione di tutta la parte fiscale con la possibilità di organizzare il documento e stamparlo sotto forma di scontrino, ricevuta e fattura. Dunque, la gestione delle comande del ristorante tramite un software garantisce numerosi vantaggi.

Quanti sono i vantaggi di una soluzione automatizzata?

Tantissimi: la soluzione software è molto flessibile, gestisce dalla prenotazione dei tavoli alle comande ristorante, passando per le sale, quindi i tavoli e la raccolta dirette delle comande attraverso i palmari.
Permette di inserire tutte le varie ed eventuali modifiche di ordine e comande, senza commettere errori, avendo sempre la comanda perfettamente aggiornata, avendo il pieno controllo sugli ordini già inviati. Non solo,  un altro dei vantaggi sicuramente molto importanti è quello di poter fidelizzare i clienti.

Di fatto le soluzioni automatizzate rappresentano una scelta decisamente innovativa per le gestione di tutte le comande e permettono di ottenere un valido sistema per le ordinazioni nei ristoranti, pizzerie, agriturismo, bar, pub, ecc. Sono anche una valida ed economica soluzione anche per piccole strutture per l’invio degli ordini in cucina, soprattutto quando il locale è affollato di clienti e bisogna mostrarsi comunque ben organizzati!