I migliori cocktail a base di Rum

daiquiri

I migliori cocktail a base di Rum

Il rum è un ingrediente utilizzato per realizzare diversi cocktail, alcuni vengono preparati utilizzando lo shaker, e serviti in appositi bicchieri. Con le migliori marche di rum si possono preparare anche gli aperitivi, oppure è possibile consumare le bevande dopocena, sicuramente è da tenere in considerazione il tasso alcolico. Di seguito i migliori cocktail a base di Rum, che si possono preparare anche a casa, durante le feste e le occasioni speciali agli amici, ai colleghi di lavoro ed ai parenti. Non dimentichiamo inoltre che alcuni cocktail, proprio per merito di una rigorosa ed attentissima selezione, sono stati riconosciuti dall’ Associazione Italiana dei Barman, che li identifica come veri capisaldi del gusto, e spesso risultano sul curriculum del barman. Alcuni rum richiedono anche l’ausilio del ghiaccio.

Il Daiquiri è uno degli aperitivi più conosciuti a base di rum, da seguire con il  ghiaccio, ottimo per le feste e le occasioni speciali, ecco come prepararlo:

  • rum bianco (3/4),
  • succo di limone filtrato con il colino (1/4),
  • 3 gocce di sciroppo di zucchero.

Questa è la ricetta originale, esiste poi una versione che possiamo considerare “più leggera”, che presenta anche un maggior effetto dissetante, perfetta per la stagione estiva. Occorre diluirlo con acqua minerale naturale o gassata e servirlo fresco nel flute. Altra versione è il Banana Daiquiri: frullare gli ingredienti (6/10 rum bianco, 3/10 crema di banana, 1/10 di succo di limone o lime e 1/2 di banana) ad alta velocità aggiungendo anche del ghiaccio tritato. In questo caso il cocktail non si versa nei flutes ma nelle apposite coppette. Importante anche l’aspetto “scenografico”, va quindi decorato con fettine di banana e servito con cannucce corte.

Altro cocktail conosciuto in tutto il mondo è il Planters, da preparare in questo modo:

  • 1/2 rum della Giamaica,
  • 1/2 succo di arancia,
  • 5 gocce di limone.

Si versa tutto nello shaker con dei cubetti di ghiaccio e  poi va servito nelle coppette da cocktail che devono essere state precedentemente raffreddate. L’Amba è invece un’alternativa del Planters, e per realizzarlo occorre munirsi del  mixing-glass, aggiungendo ai cubetti di ghiaccio i seguenti ingredienti:4/10 di scotch whisky Old Smuggle, 3/10 rum Palo Anejo Estelar Pampero, 2/10 vermouth Cinzano rosso, 1/10 apricot Cointreau. Tutti questi ingredienti vengono miscelati e serviti all’interno di coppette da cocktail, sempre precedentemente raffreddate. Anche in questo caso il cocktail viene decorato con una ciliegina al maraschino e una spirale al limone.

Con il Rum Havana Club, si prepara “Elisa”, nome delizioso per un cocktail altrettanto promettente. Per la preparazione occorre versare nel mixing-glass:

  • 1/2 Rum Havana Club,
  • 1/8 Amaro Averna,
  • 1/8 Apricot brandy,
  • 1/8 vermouth classico,
  • 1/8 spumante Gancia brut.

Servono cubetti di ghiaccio, e una volta agitato bene, lo serviamo nei vari  flutes senza dimenticarci di spruzzare qualche goccia dalla scorza d’arancia e infine decorando con una ciliegina.

Conosciutissimo il Bacardi:

  • 6/10 di Rum Bacardi
  • 3/10 di succo di limone o lime
  • 1/10 di sciroppo di granatina

Da versare nel bicchiere da cocktail dopo averlo shakerato bene. Esiste però anche una variante, El President:

  • 6/10 di Rum Bacardi,
  • 3/10 di vermouth rosso,
  • 1/10 di sciroppo di granatina.

E per saperne di più, ricordiamo che questo rum è nato ufficialmente a Cuba, con la prima ricetta inserita nel primo ricettario IBA, con la ricetta “originale”:

  • 2/3 di Rum Bacardi,
  • 1/3 di succo di limone
  • alcune gocce di sciroppo di granatina.

You must be logged in to post a comment