Come si sceglie l'abbigliamento per neonati

Come si sceglie l’abbigliamento per neonati

La scelta dei capi di abbigliamento per i neonati non si può basare unicamente su motivazioni di carattere estetico né fare riferimento alle imposizioni della moda. Il primo criterio da tenere in considerazione per un acquisto oculato, infatti, è rappresentato dai bisogni e dalle peculiarità del bimbo che deve essere vestito. A seconda della stagione in cui ci si trova, è necessario mettere in atto accorgimenti differenti che garantiscano al piccolo tutto il comfort di cui ha bisogno, per non sentire troppo freddo o, al contrario, per non sudare. Nel corso della stagione estiva non si deve aver paura di concedere al neonato un po’ di libertà, vestendolo solo con una canotta in cotone bianco, ideale per le serate in cui l’afa sembra non dare tregua.

Come comportarsi in estate

Che si compri l’abbigliamento neonato online o in un negozio fisico, quando si scelgono le canotte è importante evitare quelle che in corrispondenza del colletto presentano dei ricami in pizzo (ma altrettanto fastidiosi sono i pizzi delle zone smanicate): essi, infatti, rischiano di graffiare la pelle del piccolo, che a quell’età è ancora molto delicata e fragile. Per quel che concerne i colori, il rosa e il bianco sono due grandi classici su cui si può fare sicuro affidamento nel caso delle femminucce, mentre per i maschietti gli accostamenti consigliati sono quelli tra blu e bianco, per un look da marinaretti.

Come comportarsi in inverno

Se la stagione calda è il regno delle canottiere e dei body, in inverno lo scenario cambia, e non si può che fare riferimento alle tutine: a differenza dei body, che non prevedono la presenza di pantaloni e che sono smanicate, le tute hanno le maniche (che possono essere anche corte) e sono integrate da pantaloni che, nella parte del piede, possono essere aperti o chiusi. Occorre, in ogni caso, fare in modo che il bimbo non si senta eccessivamente fasciato: a tale scopo vale la pena di propendere per le tute con i pantaloni aperti, anche perché i piedi potranno comunque essere coperti con delle calze ad hoc.

Abiti traspiranti

In qualunque periodo dell’anno, è essenziale che gli indumenti di un neonato siano traspiranti. Le tutine felpate, per esempio, sono da mettere al bando in estate, quando serve a ben poco imbottire il piccolo nel terrore che soffra il freddo o che possa prendersi un malanno. Quando si scelgono i vestiti, non bisogna dimenticare di verificare la qualità e la conformazione dei loro tessuti, che entrando a diretto contatto con la pelle dei piccoli possono essere fonte di allergie e di irritazioni. Il bambino non deve sentire eccessivamente freddo né eccessivamente caldo: ciò vale non solo quando è sveglio, ma anche quando dorme. Un sonno disturbato, infatti, fa male al neonato… ma anche ai genitori, costretti a trascorrere notti insonni.

Il cotone

Il cotone felpato è il materiale più indicato per le tutine invernali, mentre il cotone classico va bene per le settimane in cui la temperatura sale molto. Sul mercato si possono trovare anche tute realizzate in fibre sintetiche, come per esempio l’elastan, che tuttavia sono sconsigliate, perché possono causare arrossamenti poco piacevoli. Nessun problema, invece, per il pile. Anche i bambini con poche settimane o pochi mesi di vita, comunque, possono apparire eleganti in occasione di eventi particolari o di ricorrenze speciali: a tale scopo si può approfittare di body o tutine in velluto, ma a condizione che questo tessuto sia presente solo sul lato che non è a contatto con la pelle.

You must be logged in to post a comment