Corso per nautica: ecco quando non poterne fare davvero a meno

Corso per nautica: ecco quando non poterne fare davvero a meno

Il corso per nautica è essenziale per coloro che desiderano ottenere abilitazione al comando di natanti, imbarcazioni o navi.

Tale corso risulta imperativo perché, diversamente dall’opinione largamente diffusa, i precetti necessari per la guida di veicoli su mare non possono essere appresi in autonomia.

Il fai da te, tanto generalizzato ai tempi odierni, non può essere esteso in questo campo.

Per comprendere appieno l’importanza di un corso per nautica sarà fondamentale sottoporsi qualche interrogativo utile ad entrare nel merito di queste importanti lezioni.

Ad esempio:

1. A chi serve la patente nautica?

La patente nautica risulta essenziale per chi voglia, oltre 6 miglia dalla costa, condurre imbarcazioni o natanti fino a 24 metri di lunghezza e con più di 40 CV di potenza massima.

Non si potrà prescindere da essa nel caso si voglia utilizzare una moto d’acqua o trainare chi fa sci d’acqua.

Non tutti ne sono a conoscenza, ma la patente nautica risulta altresì necessaria per noleggiare un’imbarcazione al mare o all’estero, è altresì necessaria per fare sport agonistici per i quali, oggigiorno, è pure possibile scommettere online grazie ad un codice promozionale Sisal.

2. Il quali casi non se ne può fare a meno?

Della patente nautica, come anticipato in precedenza, non se ne può fare a meno nei seguenti casi specifici:

– navigazione entro 6 miglia dalla costa con natanti e imbarcazioni quando a bordo sia installato un
motore la cui potenza superi i 30 kW (40,8 CV) o si tratti di un motore fuoribordo con cilindrata oltre 750 o entrobordo con cilindrata oltre 1300 cm3;

– guida di moto d’acqua.

Se la navigazione dovesse avere luogo oltre 6 miglia dalla costa sarà irrinunciabile la patente nautica per la guida di tutti i mezzi di navigazione e ciò indipendentemente dalla motorizzazione.

3. A chi non può essere rilasciata la patente nautica?

La patente nautica non potrà in nessun caso essere rilasciata a:

  1. minorenni
  2. soggetti dichiarati delinquenti abituali
  3. soggetti condannati a pene superiori a tre anni e ad altre condizioni contemplate all’art. 37 del regolamento al codice della nautica
  4. soggetti affetti da deficienze organiche o minorazioni psichiche, malattie fisiche o psichiche o anatomiche o funzionali tali da impedire lo svolgimento sicuro di tutte le operazioni inerenti la guida a mare.

E’ bene sapere che …

E’ bene conoscere le conseguenze legate alla guida senza patente nautica: chi conduce un veicolo in mare senza essere in possesso di essa o chi abbia una patente revocata o non rinnovata per mancanza dei requisiti previsti ex lege, è soggetto ad una sanzione amministrativa che va dai 2.066,00 agli 8.263,00 euro ed è altresì punibile con la sospensione della licenza di navigazione del veicolo utilizzato.

Anche chi dimentica la patente a terra è punito, in questo caso è prevista una sanzione amministrativa che va da 50 a 500 euro.

Altra potenziale sanzione è rappresentata dalla sospensione della licenza di navigazione del veicolo utilizzato, con relativa annotazione sul documento.

Una piccola consolazione: la patente nautica ha una validità di 10 anni, che si riduce a 5 anni per i soggetti con età superiore ai 60 anni.

Dunque una volta superate tutte le difficoltà sottese al conseguimento della patente ed una volta ottemperato l’obbligo di eventuali rinnovi, se ne potrà godere per molto tempo, senza rischiare di vedersi sottoposti ad ulteriori test e quiz al rilascio di essa propedeutici.

You must be logged in to post a comment