Cosa bisogna sapere sulla vestibilità delle camicie

Cosa bisogna sapere sulla vestibilità delle camicie

Conoscere i diversi tipi di vestibilità delle camicie è di fondamentale importanza per riuscire a scegliere il capo più adatto alle proprie caratteristiche e più in linea con le proprie esigenze.

Le tre tipologie di fit

Sono tre le tipologie di fit che vengono distinte dagli esperti a questo proposito: slim fit, tailored fit e classic fit. Ma che cosa rappresenta il fit? Esso può essere considerato come la forma del modello della camicia, e quindi la peculiarità che condiziona la sua vestibilità.

La camicia classic fit

I modelli di camicia classic fit assicurano una comodità priva di restrizioni: si tratta delle camicie uomo regular, vale a dire le più tradizionali. L’ampiezza del taglio e il comfort offerto dalla vestibilità sono i punti di forza di questi modelli, che vantano anche un giromanica morbido. Sulla schiena, invece, non ci sono pences né cuciture. Come si può dedurre dalla valutazione di queste caratteristiche, si parla di camicie che si dimostrano adatte soprattutto a coloro che hanno una corporatura piuttosto robusta: se anche si è costretti a fare i conti con un filo di pancetta in più, lo si può nascondere senza problemi. Le camicie classiche fit possono essere indossate in modo impeccabile sotto la giacca, specialmente quando sono di colore chiaro: il bianco o il cosiddetto azzurro ufficio, per esempio. Nulla vieta di propendere per tinte un po’ più accese, ma in questo caso il consiglio è di riservarle a look più sportivi.

La camicia uomo slim

Quando la camicia presenta un giromanica stretto e aderisce sui lati del corpo, invece, si è in presenza di una camicia uomo slim. Si tratta di un capo modaiolo, aderente e concepito per mettere in evidenza le linee del corpo. La presenza di pences sulla schiena è uno dei tratti distintivi di questi modelli, insieme con la vestibilità sfiancata. Non è raro imbattersi in camicie vintage uomo di questo genere, che comunque sono consigliate a chi può sfoggiare un fisico asciutto o comunque tonico. La slim fit è a tutti gli effetti una seconda pelle, il che vuol dire che dovrebbe essere evitata da chi ha i fianchi a maniglia o qualche rotolino di troppo sulla pancia. Le tinte da preferire sono quelle scure, con righe e fantasie che lasciano spazio alla creatività: d’altro canto, sono camicie destinate soprattutto alle occasioni informali, come per esempio le uscite con gli amici.

La camicia custom fit

Infine, l’ultima tipologia di fit che si può prendere in considerazione quando si acquista una camicia è la custom fit, a cui a volte ci si riferisce anche parlando di tailored fit. Questa proposta può essere ritenuta a metà strada tra la slim e la classic, con un giromanica calibrato e le pinces sulla schiena. La tailored fit è meno informale rispetto alla slim ma, al tempo stesso, più aderente della classic: il suo potrebbe essere definito come un carattere ibrido, che risulta perfetto per chi è in cerca di comodità ma desidera anche un tocco classico. Gli esperti suggeriscono di preferire le custom fit realizzate in colori classici, ma nel caso in cui si preferiscano delle tinte più vivaci è possibile abbinarle senza troppa fatica con un outfit vintage.

Insomma, scegliere una camicia vuol dire anche conoscerne le caratteristiche e i segreti: a volte è sufficiente un solo dettaglio per rivoluzionare un look nella sua totalità.

You must be logged in to post a comment