Timbri personalizzati? Ecco dove trovarli

Timbri personalizzati? Ecco dove trovarli

Avere la possibilità di acquistare su Internet tutti i timbri personalizzati che si desiderano, approfittando della comodità e della rapidità dello shopping on line reso possibile da un e-commerce: è questo ciò che offre il sito Timbriecartucce.com, un portale ricco di proposte e di soluzioni pensate e studiate per soddisfare le richieste più diverse. La navigazione sul sito è semplice e alla portata di tutti, anche di chi non ha mai avuto in precedenza esperienze di acquisti compiuti sul web: gli acquirenti non devono fare altro che individuare la categoria del timbro che preferiscono, potendo scegliere tra i timbri manuali e i timbri autoinchiostranti, per poi visionare il catalogo di prodotti a disposizione. Con tutta calma, quando si vuole e come si vuole: che si stia usando un computer o uno smartphone, il catalogo virtuale è – ovviamente – sempre on line, così che chiunque possa scoprirlo ed esplorarlo ogni volta che ne ha bisogno.

I timbri proposti non sono suddivisi solo in manuali e autoinchiostranti, ma si distinguono anche in base alla loro forma. Per esempio, i timbri manuali possono essere rettangolari, tondi, in legno e fuori misura, ma sono presenti anche i datari manuali e i datari manuali con testo: in tutti i casi, l’impronta è in resina. Molto più ampia, invece, la scelta per ciò che concerne i timbri autoinchiostranti, che possono essere rettangolari standard, rettangolari large, quadrati, tondi, tascabili, da ufficio e da ufficio con testo; i rettangolari standard, i rettangolari large, i tondi e i tascabili possono avere l’impronta sia in microporosa che in resina, mentre quelli da ufficio, quelli da ufficio con testo e quelli quadrati hanno unicamente l’impronta in resina.

Come detto, però, il vero punto di forza di Timbriecartucce.com è che permette ai clienti di personalizzare le impronte come meglio credono: è possibile, per esempio, avere a disposizione una scritta (nome e cognome, numero di telefono, indirizzo, e così via) oppure un disegno (il logo di un’azienda, il simbolo di un marchio, eccetera).

Insomma, il massimo della versatilità e della varietà, anche perché si può scegliere perfino la categoria dell’impronta. Quattro sono le categorie in questo senso: impronta in microporosa per autoinchiostranti; impronta in resina per timbri inchiostranti; impronta in resina per timbri manuali; tutte le impronte. L’impronta in spugna microporosa per i timbri autoinchiostranti è consigliata per coloro che hanno a che fare con una montatura MODICO, sulla quale deve essere applicata – appunto – un’impronta nuova in microporosa, mentre l’impronta in resina per i timbri inchiostranti è raccomandata a chi possiede una montatura autoinchiostrante di tipo Trodat, di tipo Redi, di tipo Shiny, di tipo Traxx, di tipo Imprint, di tipo Colop o di un altro marchio, che necessita l’applicazione di una impronta in resina nuova.

You must be logged in to post a comment